Apertura

Il rituale leghista di Lampedusa

Allo sbarco dei 70 migranti tunisini di questa sera a Lampedusa è andato in scena il solito siparietto dei leghisti pelagici che dall’isola raccattano consenso per il partito impegnato nella corsa alla presidenza di sette regioni italiane. Anche in questo caso tutto bloccato per la consuetudine dell’impunità […]

Apertura

Processo penale e populismo mediatico, cosa resterà dello stato di diritto?

Mentre nessuno sembra percepire il cambiamento epocale nella dinamica della mobilità dei migranti prodotto dalla diffusione del COVID 19, se non per alimentare ulteriori allarmi e criminalizzare come potenziali “untori” quelle persone che comunque riescono ad attraversare il Mediterraneo, il contrasto dell’immigrazione “illegale” sembra restare l’ultimo baluardo attorno al quale si arroccano governi di paesi nei quali avanzano con prepotenza il populismo ed il nazionalismo […]

PuntoNave

Mal d’aereo

Il nostro è il paese dei segreti ottusi e sfacciati, abbiamo visto consumarsi ingiustizie e perfino stragi senza spiegazioni o colpevoli. Chi pensa che lo Stato possa affinare il silenzio e l’infamia nei confronti degli altri senza prima o poi usarli contro di noi, non ha letto la storia, anche quella recente dell’Europa […]

Apertura

Il trionfo della politica degli annunci

Il centro di prima accoglienza di Lampedusa è stato parzialmente sgomberato tra il 7 e l’8 settembre, ma rimangono i minori non accompagnati ed i migranti sbarcati ieri sull’isola. La nuova procedura prevede il passaggio per la sola identificazione al centro di contrada Imbriacola ed il trasferimento immediato a bordo delle navi quarantena. Ripartiti gli sbarchi sull’isola che adesso non potrebbe ospitare migranti […]

Apertura

Proteste a Villa Sikania, problema risolto dando colpa ai cronisti: censura

Nuove proteste a Villa Sikania dopo che nell’ultima rivolta dei migranti trattenuti all’interno senza poter accedere a procedure per la richiesta dello status di rifugiati si era anche verificato un incidente in cui un migrante è morto e tre agenti delle forze dell’ordine sono rimasti feriti. Adesso le forze dell’ordine chiedono ai reporter di non recarsi sul posto perché la loro presenza farebbe esaltare i detenuti che protestano […]