Sea Watch 3 arrivata a Messina, richieste Musumeci non accolte

Arrivati a Messina i 194 migranti soccorsi in mare dalla Ong Sea Watch. Non accolta la richiesta del presidente della Regione Sicilia Nello Musumeci per il dirottamento su altri porti o la quarantena a bordo

Sea Watch 3 durante l'ingresso in porto a Messina 27 febbraio 2020 (Ph: Alessio Tricani)

La nave della Ong tedesca è appena arrivata nel porto di Messina con i 194 naufraghi soccorsi in tre operazioni SAR nel Mediterraneo centrale. L’assegnazione del porto siciliano dello Stretto aveva suscitato polemiche da parte del governatore siciliano che al riguardo aveva anche scritto al presidente del Consiglio Giuseppe Conte chiedendo il dirottamento della nave umanitaria. Per il presidente siciliano Nello Musumeci il problema sarebbe l’emergenza da nuovo coronavirus e la causa il centro di prima accoglienza per migranti ubicato nella caserma Gasparro Bisconte, inadatto all’isolamento preventivo dei migranti. Una misura, quella dell’isolamento immotivato, che anche alla luce delle più recenti disposizioni del Governo di Roma non trova appiglio essendo allo stato attuale esclusa la “quarantena” per chi non manifesta sintomi riconducibili al virus Covid-19.

Il governatore della Regione Sicilia, si è letto ieri su tutti i giornali, aveva quindi paventato l’isolamento a bordo per i 14 previsti in base ai tempi di incubazione del nuovo coronavirus. Altra ipotesi impraticabile che molto ricorda le idee di “porti chiusi” della Lega di Matteo Salvini verso cui il presidente della Regione Sicilia manifesta grande apprezzamento già dai tempi della crisi di governo dello scorso agosto. A bordo della Sea Watch 3 ci sono soggetti vulnerabili che hanno bisogno di assistenza, ma non per rischio Covid-19. Il periodo di isolamento ed osservazione è comunque previsto per i 194 naufraghi soccorsi dalla nave Ong ed allo sbarco è stato messo in esecuzione il canale sanitario predisposto dal Ministero della Salute per tutti i varchi internazionali. La nave Ong, ed il suo equipaggio, dovrebbe invece rispettare l’imposizione di un periodo di “quarantena” a bordo come già la Ocean Viking. Quest’ultima è stata fermata per 14 giorni nel porto siciliano di Pozzallo domenica mattina, dopo lo sbarco dei 294 naufraghi soccorsi nei giorni precedenti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*