Scuola, campanella pronta a suonare per oltre 8.000.000 di studenti

Per il 2018/2019 le studentesse e gli studenti delle scuole statali sono 7.682.635, per un totale di 370.611 classi. Le scuole sono 8.290, per un totale di oltre 40.000 sedi scolastiche presenti sul territorio nazionale

Circa 8,6 milioni di studenti delle scuole statali e paritarie sono pronti a tornare sui banchi. La maggior parte di loro, oltre 7 milioni, frequenta la scuola statale. Alcuni sono già in classe da qualche giorno, come a Bolzano, altri finiranno le vacanze solo il 20 settembre, come in Puglia. Nel Lazio la data fissata ufficialmente è quella del 17 settembre, ma alcuni istituti riapriranno già questa settimana: a partire da oggi.

Per il 2018/2019 le studentesse e gli studenti delle scuole statali sono 7.682.635, per un totale di 370.611 classi. Di questi, 919.091 frequentano la scuola dell’infanzia, 2.498.521 la scuola primaria, 1.629.441 la secondaria di I grado, 2.635.582 la secondaria di II grado. Il numero totale di alunni è in leggero calo: lo scorso anno erano 7.757.849. Tra le quattro regioni con il decremento più consistente, le prime tre sono del Sud: -15.534 studenti in Campania, -12.487 in Sicilia, -11.977 in Puglia, -5.972 in Piemonte.

Sempre nella scuola statale, sono 245.723 le alunne e gli alunni con disabilità, un anno fa erano 234.658. Di questi, 21.434 frequentano la scuola dell’infanzia, 89.029 la primaria, 66.823 la secondaria di I grado, 68.437 la secondaria di II grado. Nella secondaria di II grado, 1.294.890 ragazzi frequentano un indirizzo liceale, 827.990 un indirizzo tecnico, 512.702 un indirizzo professionale. Studentesse e studenti della paritaria sono circa 880.000 (dato al 2017/2018). Le scuole sono 8.290, per un totale di oltre 40.000 sedi scolastiche presenti sul territorio nazionale. I posti del personale docente, tra organico dell’autonomia e organico di fatto, sono 822.723, di cui 141.412 di sostegno.

Agenzia DIRE
www.dire.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sostienici

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*