Addio al papà dei supereroi, ci lascia a 95 anni Stan Lee

Dal suo genio personaggi come Capitan America, i Fantastici 4, Thor, Spiderman, X Men ed altri immortali supereroi. Nei film Marvel Stan Lee appariva per dei cameo celebrativi del padre della Marvel Comics

Stan Lee con l’interprete di Capitan America Chris Evans

Avrebbe compiuto a breve 96 anni ed è stato un supereroe. Si chiamava Stanley Martin Lieber, per tutti Stan Lee. Un uomo capace di immaginare un mondo su cui vegliano fantastici supereroi come Spiderman, i Fantastici Quattro, Thor e tanti altri immortali compagni d’infanzia dei più anziani ma anche delle nuove generazioni. Forse perché era appunto un supereroe lo stesso Stan Lee, capace di creare personaggi da fumetti e poi farli tornare, nell’era della computer grafica cinematografica, sul grande schermo per i nostalgici e per i ragazzi di oggi. Al cinema lo si vedeva passare nei panni di un autista di scuolabus, di un anziano cliente in una tavola calda o di un semplice passante. Tutti cameo di tributo al creatore dei personaggi che da qualche anno a venire rappresentano i veri campioni di incassi al botteghino. Creatore di personaggi e fumetti, Stan Lee è poi divenuto presidente e direttore editoriale della sua creatura, la Marvel Comics, ed infine produttore cinematografico dei film che hanno ricondotto alla ribalta i suoi personaggi e nei quali hanno recitato attori del calibro di Robert Downey Junior, Anthony Opkins, Micheal Douglas ed altre star della galassia hollywoodiana che non perdevano l’occasione per passare dalla dimensione super nata dal genio di Stan Lee. Il padre dei Marvel Comics si è spento ieri a Los Angeles, nell’anno in cui la sfida tra la saga cinematografica Marvel e l’antagonista di sempre, la DC Comics, si apprestava ad alzare il livello dello scontro con l’evoluzione della saga Avengers da una parte e quella della Justice League dall’altra.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sostienici

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*