Migrazioni, sbarco autonomo a Lampedusa di 40 persone

Entrati in porto in autonomia 40 migranti su un barchino di legno di circa otto metri. Tra i migranti un solo nordafricano e tutti gli altri subsahariani. Tra le 40 persone approdate oggi sull'isola 21 sono donne

Alcuni dei migranti appena approdati in autonomia a Lampedusa il pomeriggio del 31 gennaio 2020

Sono entrati in porto in autonomia poco prima delle 17 con una piccola barca in legno i 40 migranti agganciati dalla Guardia Costiera a pochi metri dalla banchina. Fuori, ad un paio di miglia dall’imboccatura del porto di Lampedusa, una delle navi della Marina Militare italiana oggi presenti in zona. La barca è stata avvistata mentre il timone dal barchino di circa otto metri virava verso il porto e la motovedetta ha avuto appena il tempo di assisterne la fase di ormeggio. A bordo c’erano 40 persone, tutte di etnia subsahariana tranne una. Un giovane di circa venticinque anni di nazionalità nordafricana. Dei migranti approdati a Lampedusa questo pomeriggio, 21 erano donne. Sommariamente tutti infreddoliti ma in discreto stato di salute o comunque autonomi nel salire a bordo del pulmino che li ha accompagnati al centro di prima accoglienza dell’isola nel quale proprio in questi giorni si sta procedendo alla consegna delle chiavi tra l’ente gestore uscente ed i nuovi arrivati della Nova Facility.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sostienici

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*