Libia, Serraj in Algeria per chiedere sostegno militare

Tripoli torna a chiedere aiuto all'Algeria che aveva negato sostegno militare contro l'avanzata di Haftar alle porte della capitale libica. Le truppe turche di Erdogan si sono schierate ed il generale della Cirenaica ha preso il controllo della strategica Sirte. Conte ne ha discusso ieri con Angela Merkel al telefono

Il presidente del Governo di Accordo Nazionale libico Fayez Al Serraj

Il presidente del Governo di Accordo Nazionale (GNA) della Libia si è recato ieri in Algeria per un incontro ad alto livello con il presidente Abdelmadjid Tebboune. L’incontro, ed il risultato dello stesso, ha mantenuto il massimo riserbo. Era però già nota l’indisponibilità del Governo algerino di sostenere militarmente la Libia di Tripoli contro l’attacco del generale Khalifa Haftar e del suo Esercito Nazionale Libico (LNA). Fonti ufficiali libiche hanno affermato che il presidente Fayez Al Serraj avrebbe incontrato Abdelmadjid Tebboune “per discutere degli sviluppi in Libia e dei modi per superare queste difficili circostanze”. Lo schieramento di truppe turche in Libia e l’avanzata di Haftar fino a Sirte, della quale ha ormai preso il controllo, cambiano lo scenario libico insieme a tutto l’equilibrio politico dei Paesi arabi adesso chiamati ad una radicale presa di posizione mentre l’Unione europea manifesta estrema debolezza e gli Stati Uniti destabilizzano il Medio Oriente.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sostienici

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*