Altra barca di migranti a Lampedusa, venti questa mattina

Tra ieri sera e stamattina sono arrivate a Lampedusa due barche con a bordo rispettivamente 35 e circa 15 persone. Trasferimenti in corso per sfollare il centro hotspot di Lampedusa. La Ocean Viking continua la sua missione con 50 migranti a bordo soccorsi ieri. La Alan Kurdi è ancora ferma a sud di Malta

Un nuovo barchino ha raggiunto Lampedusa e, fermato dalle motovedette, i migranti che erano a bordo sono stati condotti a terra per il trasferimento al centro hotspot di Contrada Imbriacola dal quale procedono i trasferimenti finalmente ripresi nei giorni scorsi. A bordo del natante circa 15 persone, poco meno della metà dei passeggeri della barca che ieri, nel tardo pomeriggio, ha raggiunto l’isola autonomamente l’isola con 35 persone tra le quali molti subsahariani. Le partenze non si fermano e neanche gli arrivi. L’unica nota differente sembra riguardare il porto da cui alcune barche salpano. Una nuova rotta potrebbe infatti essere in via di sviluppo con il porto di partenza in territorio tunisino. I migranti in fuga dalla Libia aggirerebbero i pattugliamenti della sedicente guardia costiera libica costeggiando le acque territoriali tunisine per parecchie decine di miglia prima di virare su Lampedusa. La barca che è stata scortata in porto, al Molo Favarolo, ieri sera era però occupata da persone che pare abbiano navigato per due o tre giorni. Provate dall’interminabile traversata che non ha presentato i tratti distintivi della felice crociera.

Attende ordini per un porto sicuro la Ocean Viking, nave armata dalle Ong SOS Mediterranee e Medici Senza Frontiere, che ieri ha soccorso circa 50 persone a sud di Lampedusa mentre raggiungeva l’area SAR a nord della Libia per la sua seconda missione. La nave sta continuando a pattugliare a largo della Libia, da ovest verso est, mentre attende disposizioni. Ancora in attesa, a sud di Malta, l’altra nave Ong operativa, la Alan Kurdi. La nave umanitaria della Ong tedesca Sea Eye aveva soccorso 13 migranti tunisini vicino Lampedusa, mentre si recava in area SAR, il 31 agosto e da allora attende di poter sbarcare gli harragas. Cinque tra questi sono però stati evacuati per urgenze mediche. La nave rimane quindi in stallo per meno di dieci migranti a bordo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sostienici

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*