Isola delle Femmine, vandalizzata lapide vittime del mare

La denuncia di BCsicilia dell’azione vandalica ai danni delle vittime del mare che il 13 ottobre 1942 accorsero in soccorso dei naufraghi del piroscafo Loreto, silurato da un sommergibile inglese. La lapide era anche commemorativa dei migranti morte nel Mediterraneo tentando di raggiungere l’Europa

La scoperta è stata fatta ieri e denunciata da BCsicilia, la cui presidente per Isola delle Femmine è anche l’ideatrice della installazione commemorativa. La lastra commemorativa ricorda i pescatori di Isola delle Femmine che il 13 Ottobre 1942 accorsero, con le loro barche, per portare in salvo i naufraghi del piroscafo Loreto, silurato da un sommergibile inglese. La lapide, inoltre, fa memoria di tutti i migranti che attraversano il Mediterraneo per sfuggire alla guerra e alla fame, ai tanti uomini, donne e bambini che perdono la vita nella disperata ricerca di una vita migliore. L’idea di ricordare, con un monumento, i caduti in mare, era stata di Agata Sandrone, Presidente di BCsicilia di Isola delle Femmine, che quattro anni fa, dopo attente ricerche, aveva rintracciato le famiglie dei pescatori che nel 1942 avevano salvato i naufraghi, e rinvenuto i nomi di coloro che persero la vita nel mare di Isola delle Femmine. La lapide, realizzata gratuitamente da Ernesto Caltagirone, con la collaborazione di Antonio Cataldo e Giancarlo Equizzi, era stata posta nella piazza Vincenzo Enea, il 3 novembre 2015, in occasione della giornata internazionale del migrante.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sostienici

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*