Raid aerei vicino Zuwara, rischi per indotto ENI

La notizia è stata lanciata da fonti dell’agenzia di stampa internazionale Reuters e parla di un raid aereo con bombardamento operato dalle forze del generale Khalifa Haftar tra Zuwara e Mellitah

Libia, impianto petrolifero di Mellitah (Credit AP-Eni Press office)

Fonti dell’agenzia Reuters in Libia hanno dichiarato che oggi “un aereo da guerra appartenente alle forze libiche orientali ha attaccato un campo militare vicino alla città occidentale di Zuwara di una forza alleata al governo riconosciuto a livello internazionale”. Ad est di Zuwara, in direzione della capitale, c’è il grande porto di carico idrocarburi di Mellitah. Il raid aereo ha colpito nelle immediate vicinanze dell’indotto di petrolio e gas gestito in cooperazione da NOC, la compagnia petrolifera nazionale libica, ed ENI. Nella stessa area si trovano interessi petroliferi italiani e centro di detenzione libici per migranti. La capitale è sempre più sotto assedio e nell’attuale circostanza è improbabile che il governo di Tripoli possa garantire l’incolumità delle persone imprigionate oppure il regolare svolgimento dei lavori di ENI e NOC.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sostienici

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*