Revocata la sospensione della scorta per Sandro Ruotolo

Sandro Ruotolo "continuerà a essere protetto dallo Stato": l'annuncio è stato dato dal cronista siciliano Paolo Borrometi che mentre riceveva la cittadinanza onoraria a Palermo ha sentito il collega campano

Il giornalista Sandro Ruotolo “continuerà ad essere protetto dallo Stato”. L’annuncio è stato dato da Paolo Borrometi, cronista siciliano che vive sotto scorta per le minacce subite dalla mafia, conversando con i giornalisti a margine della cerimonia per il conferimento della cittadinanza onoraria di Palermo, concessagli dal sindaco Leoluca Orlando. “Posso darvi una buona notizia: ho sentito qualche minuto fa Sandro e mi ha detto che gli è stata comunicata la revoca della sospensione della scorta. Continuerà a essere protetto dallo Stato”. Paolo Borrometi ha anche spiegato ai cronisti che lo intervistavano che “vivere sotto scorta è un dramma. C’è qualcuno che pensa che la vita sotto scorta sia un privilegio: io invito queste persone ad affrontare anche solo per 24 ore questa vita”.

“Il presidente del maxiprocesso alla mafia – ha ricordato il giornalista – un giorno chiese al collaboratore di giustizia Tommaso Buscetta perchè Cosa Nostra uccide a distanza di tanti anni e la risposta fu: ‘perchè le condanne della mafia non cadono mai in prescrizione’. Per questo dico che è legittimo avere paura – ancora Borrometi, che vive sotto scorta per via delle minacce subite dalla mafia – da parte di un collega come Sandro che continua a fare ogni giorno il proprio dovere”.

Agenzia DIRE

www.dire.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sostienici

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*