Manovra respinta, UE chiede nuova bozza. Di Maio: “Non ci arrenderemo”

Pierre Moscovici e Valdis Dombrovskis hanno scritto al ministro Giovanni Tria per comunicare tre settimane di tempo entro le quali la manovra finanziaria italiana dovrà essere corretta in ottemperanza agli accordi

In copertina: Jean-Claude Juncker, presidente della Commissione UE

Bocciata dalla Commissione Ue la bozza di manovra finanziaria trasmessa dal Governo italiano. L’esecutivo tricolore ha adesso tre settimane di tempo per inviare la manovra corretta in ottemperanza agli accordi approvati il 28 giugno da una Commissione unanime e successivamente adottati dal Consiglio europeo il 13 luglio.

La notizia completa

di Luca Monticelli – Agenzia Dire

L’Italia ha tre settimane di tempo per rivedere la manovra e rispettare le regole del patto di stabilità e crescita. È quanto emerge dalla lettera firmata dai commissari europei Pierre Moscovici e Valdis Dombrovskis in risposta al ministro Giovanni Tria. Bruxelles ricorda all’esecutivo italiano le raccomandazioni della Commissione approvate all’unanimità dal Consiglio del 28 giugno e adottate dal Consiglio europeo del 13 luglio. La Commissione rimane “aperta come sempre per continuare un dialogo costruttivo con l’Italia”, si legge. “Sappiamo di essere l’ultimo argine per la salvaguardia dei diritti sociali degli italiani. E per questo non vi deluderemo. Sappiamo che, se dovessimo arrenderci, farebbero velocemente ritorno gli ‘esperti’ pro banche e pro austerity. E quindi non ci arrenderemo. Sappiamo che stiamo percorrendo la strada giusta. E perciò non ci fermeremo”. Lo scrive su Facebook il vicepremier e ministro Luigi Di Maio.

Luca MonticelliAgenzia DIRE
www.dire.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sostienici

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*