Berlusconi: “Sbarchi colpa dei governi di sinistra”

Silvio Berlusconi attacca i governi di sinistra sul tema dell’incremento dei flussi migratori durante la riunione a Montecitorio con i parlamentari di Forza Italia, i consiglieri regionali e i sindaci del partito

“È giusto anche chiedere all’Europa un atteggiamento diverso, chiedere di rivedere gli accordi di Dublino, che furono sottoscritti in un’epoca profondamente diversa, quando i numeri delle migrazioni erano tutt’altri e le rotte non erano solo quelle del Mediterraneo. Non dobbiamo dimenticare però che l’ondata di immigrati irregolari che si è abbattuta sulle nostre coste non dipende affatto dagli accordi di Dublino, dipende dalle politiche concordate in sede europea dai governi della sinistra negli ultimi anni, per avere in cambio un po’ di flessibilità sui conti pubblici”. Lo dice Silvio Berlusconi durante la riunione a Montecitorio con i parlamentari di Forza Italia, i consiglieri regionali e i sindaci del partito.

BERLUSCONI: PER ALZARE VOCE OCCORRE AVERE ALLEATI IN UE

“Abbiamo fatto e continueremo a fare il nostro dovere con senso di responsabilità verso gli italiani, ma proprio per questo possiamo dire esplicitamente che la fermezza contro gli sbarchi è necessaria ma non sufficiente, che alzare la voce in Europa può essere giusto solo a condizione di poterselo permettere e di avere degli alleati pronti ad aiutarci, a fare da sponda alle nostre richieste”. Lo dice Silvio Berlusconi durante la riunione a Montecitorio con i parlamentari di Forza Italia, i consiglieri regionali e i sindaci del partito.

Agenzia DIRE
www.dire.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sostienici

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*