Conti Lega, il Carroccio chiede incontro a Mattarella

Matteo Salvini annuncia la richiesta in merito alla decisione della Corte di Cassazione che ha ordinato il sequestro riferibile alla Lega Nord fino a raggiungere la somma di 49 milioni di euro

“Chiediamo incontro con Mattarella nel rispetto dei tanti giudici che svolgono con imparzialità loro funzione. Milioni di italiani perbene si riconoscono nell’azione della Lega, mettere fuorilegge un partito per (eventuali) errori di altri risalenti a dieci anni fa non garantisce quello spirito di democrazia, libertà e partecipazione popolare su cui si fonda la nostra Costituzione e la nostra vita sociale. Ne parleremo col garante di questa Costituzione, col presidente della Repubblica, nel pieno rispetto dei tanti giudici, la stragrande maggioranza, che svolgono bene e con imparzialità, la loro funzione”. Così i capigruppo della Lega al Senato e alla Camera, Massimiliano Romeo e Riccardo Molinari.

“Starà a Mattarella decidere se c’è in ballo la libertà di espressione, la democrazia o è tutto normale. Non sono io che decido. Noi mettiamo nelle mani del presidente Mattarella, della sua saggezza e del suo equilibrio, il fatto che in Italia si possa lavorare. Io adesso torno nel mio ufficio, dove con tutti i miei difetti e i miei limiti cerco di lavorare per la sicurezza di 60 milioni di cittadini italiani”. Così il ministro dell’Interno, Matteo Salvini, a margine della presentazione di un’iniziativa al Viminale, in merito alla decisione della Corte di Cassazione che ha ordinato il sequestro “ovunque venga rinvenuta” di qualsiasi somma di denaro riferibile alla Lega Nord fino a raggiungere la somma di 49 milioni di euro di rimborsi elettorali provento della truffa allo Stato per cui è stato condannato in primo grado l’ex leader leghista Umberto Bossi.

Agenzia DIRE
www.dire.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sostienici

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*