DAT, biglietti pronti ma adesso si cerca personale per la Sicilia

Personale italiano per i voli che Danish Air Transport effettuerà nei prossimi tre anni in regime di continuità territoriale da e per le isole minori siciliane collegate ai principali aeroporti della Sicilia

Aperte le selezioni per il personale di bordo della Danish Air Transport, la compagnia aerea danese che ha vinto la gara d’appalto per il collegamento triennale in regime di continuità territoriale della Sicilia con le sue isole minori. La DAT, acronimo di Danish Air Transport, cerca piloti ed hostess-steward per gli ATR che voleranno da Palermo, Trapani e Catania verso Lampedusa e Pantelleria e viceversa. Preferibile personale residente a Palermo, ma anche in Italia, per i danesi, tutto sommato può andar bene. “Richiediamo che parli italiano e inglese e che abbia precedenti esperienze. I piloti devono avere l’abilitazione brevetto per gli ATR. L’equipaggio di cabina deve aver volato negli ultimi cinque anni.” Questi i requisiti di base per gli equipaggi che la compagnia danese ha cercato con base a Palermo per i voli siciliani e per i quali si svolgevano oggi a Roma i colloqui. Il contratto però non verrà proposto da DAT ma dall’altra compagnia aerea del gruppo Danish Air Transport, la DOT.

La ricerca prevedeva l’assunzione full time di un pilota ATR esperto e dell’equipaggio di cabina. Le caratteristiche della ricerca riescono a tratti anche a strappare un sorriso. Il personale di cabina, che deve aver volato negli ultimi cinque anni, deve avere i seguenti requisiti: Professionale, contegno calmo, responsabile, flessibile, indipendente, inglese almeno al livello B2 e “scioltezza italiana”. Oltre all’ultimo simpatico requisito definito “scioltezza italiana” ed alla flessibilità ed indipendenza, la compagnia precisa che la base operativa è Palermo che per il contratto ci sono “termini e condizioni competitive”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sostienici

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*