Nuova esplosione stromboliana alle Eolie

Doppia eruzione sullo Stromboli ieri sera. Il vulcano ha dato spettacolo senza conseguenze. Lanci di blocchi lavici fino a 300 metri d’altezza e poi una fumata di cenere rapidamente dispersa con il vento

In copertina: Una eruzione dello Stromboli con lancio di blocchi lavici e lapilli

Intorno alle 19:30 di ieri, lo Stromboli ha dato saggio dell’attività vulcanica che prende il suo nome. Un breve ma intensa eruzione “stromboliana” ha visto lanciare frammenti e blocchi lavici oltre i 300 metri di altezza dalle bocche della zona centro-sud del vulcano. L’esplosione ha avuto una breve durata, al di sotto del minuto, e ha ripetuto la sequenza che lo Stromboli mette in scena mediamente quattro o cinque volte all’anno. I blocchi lavici, frutto di una esplosione che ha “stappato” alcuni punto di sfogo del vulcano, sono caduti nella stessa zona delle bocche da cui erano stati esplosi e senza raggiungere aree circostanti pericolose. Due le esplosioni vere e proprie, che si sono poi concluse con una fumata rapidamente dispersa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sostienici

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*