Ottimi i libri usciti nel 2017 ma cala il numero dei lettori

Il numero dei lettori passa dal 42% al 40%. Un libro per ragazzi in testa alla classifica dei libri più venduti nel 2017. I nuovi autori scalano le classifiche. Le donne leggono più libri degli uomini

Le vetrine delle librerie di tutta Italia sono piene di volumi appena usciti. Organizzate in maniera stimolante e moderna, puntano ancora sul contatto umano e sulla possibilità di sfogliare fisicamente un libro, senza doversi accontentare di una preview che precede l’acquisto e l’attesa dei tempi di consegna e i relativi disguidi dovuti alla propria presenza o meno nel momento dell’arrivo del corriere. Nonostante questo, avanzano con quote di mercato altissime i grandi portali di vendita on-line, penalizzando le librerie e la loro possibilità di essere reattivi al mercato. Una produzione editoriale che, lo rivelano i dati, è superiore alla richiesta di mercato, poiché il numero di lettori è in calo. Il Rapporto Annuale dell’Istat sulla “Produzione e lettura i libri” parla chiaramente: il dato continua a essere in calo e passa dal 42% del 2015 a poco più del 40% nel 2016. Leggono molto di più le donne di quanto non lo facciano gli uomini.


Nella classifica redatta da iBuk tramite i servizi Arianna, scopriamo con piacere che al primo posto nella classifica generale c’è “Storie della buonanotte per bambine ribelli. 100 vite di donne straordinarie”, di Francesca Cavallo e Elena Favilli che domina anche la classifica riguardante la letteratura per ragazzi. Dan Brown con il suo “Origin” è al secondo posto e guida la classifica della narrativa straniera.

Terza posizione per “Le otto montagne” di Paolo Cognetti che precede sia nella classifica generale sia in quella della narrativa italiana Fabio Volo, che vede il suo “Quando tutto inizia” collocarsi quarto nella classifica generale. Continua il successo del siciliano Camilleri, che, con il suo “La rete di protezione”, si attesta alla quinta posizione. Sesta posizione per “L’arte di essere fragili. Come Leopardi può salvarti la vita” di Alessandro D’Avenia. Ken Follet con il suo “La colonna di fuoco” si ferma alla settima posizione seguito dal Premio Campiello “L’Arminauta” di Donatella Di Pietrantonio, da “Tredici” di Jay Asher e da “Oltre l’inverno” di Isabel Allende. Alcune piacevoli sorprese nella categoria dei “tascabili”, dove troviamo al terzo posto “1984” di Orwell e, al quinto posto, “Se questo è un uomo” di Primo Levi.

Leggermente diversa la classifica settimanale degli ultimi sette giorni del 2017. Al netto dei libri acquistati per i regali di Natale, Fabio Volo domina la classifica seguito da “Wonder” di R. J. Palacio e da “Origin” di Dan Brown. Quarta posizione per Isabel Allende con il suo “Oltre l’inverno” che precede “Ogni storia è una storia d’amore” di Alessandro D’Avenia. Gianni Carofiglio, con il suo “Le tre del mattino”, arriva al sesto posto e precede di un soffio “L’uomo del labirinto” di Donato Carrisi.

Effetto anno nuovo, Paolo Fox piazza il suo “L’oroscopo 2018” al tredicesimo posto mentre “Bacio Feroce” di Roberto Saviano si classifica in quindicesima posizione. Imbarazzo della scelta nell’acquisto, visto che per il 2018 si annunciano uscite editoriali di grande interesse. Esce l’attesissimo nuovo capitolo della serie delle sette sorelle, “La ragazza delle perle” di Lucinda Riley. Il commissario Teresa Battaglia, creata dalla penna di Ilaria Tuti, sarà protagonista del nuovo “Fiori sopra l’inverno”. Sempre d’indagini si occuperà Carlo Monterossi, detective protagonista di “Follia Maggiore” di Alessandro Robecchi. Sperling & Kupfer pubblica il romanzo di Emilie Frèche, “Io ti salverò”, che racconta la storia di una donna che vede la propria figlia di sedici anni, decidere di raggiungere la Siria per unirsi all’Isis.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sostienici

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*