Amatrice, crollano le macerie con nuovo terremoto di 4 gradi

Sisma di 4 gradi della scala Richter con epicentro a quattro chilometri da Amatrice. La scossa è stata percepita anche nelle Marche ed a Roma. Colpiti più degli altri i comuni di Accumoli e Capitignano

Una scossa id magnitudo 4.0 gradi della scala Richter ha colpito ancora i comuni di Amatrice, Accumoli e altri del Reatino già devastatati dal terremoto del 24 agosto 2016. Il sisma è stato registrato dall’Istituto Nazionale di geofisica e Vulcanologia alle 00:34 di questa notte, con ipocentro ad otto chilometri di profondità e magnitudo di 4.0 gradi. La scossa è stata avvertita fino a Roma e nelle Marche dall’epicentro a quattro chilometri est di Amatrice. I comuni più esposti all’attività tellurica sono stati quelli di Amatrice, Accumoli e Campotosto. Paura nel cuore della notte anche nei territori comunali di Capitignano, Cittàreale, Montereale, Cortino, Crognaleto, Arquata del Tronto, Acquasanta Terme, Rocca Santamaria, Valle Castellana e Fano Adriano. La sequenza sismica successiva alla forte scossa di questa notte ha visto oltre quindici repliche ma per fortuna la più forte è stata pari a 2.1 gradi di magnitudo. Mentre ancora si parla di una ricostruzione che non è chiaro quando e come dovrebbe partire, il territorio a largo raggio intorno al Gran Sasso non smette di tremare e lo sciame sismico non ha mai visto un momento di sosta da quando Amatrice ed Accumoli sono state rase al suolo e con alternanza sismica da quando a venire distrutta è stata L’Aquila.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sostienici

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*