Festival del Cinema di Roma: da domani la XII edizione, tra presente a futuro del cinema

Rubrica culturale di Roberto Greco

Da domani 26 ottobre e fino al 5 novembre, un’imponente organizzazione, un flusso continuo di film e di artisti e personaggi dello star system, invaderanno la capitale. Giunto alla sua dodicesima edizione, il Festival del Cinema di Roma, si muove agilmente tra la ricerca, la sperimentazione e la nostalgia un po’ retrò del grande cinema italiano. Anche quest’anno, oltre alle proiezioni in concorso, la rassegna “Incontri ravvicinati”, permette un più preciso focus sull’artista e sul contesto sociale e cinematografico in cui si è mosso. David Lynch, Ian McKellen, Xavier Dolan, Chuck Palahniuk e Vanessa Redgrave sono i protagonisti della rassegna che si svilupperà in maniera parallela alla proiezione dei 35 lungometraggi in concorso, tra i quali l’atteso Logan Lucky di Steven Soderbergh.

La locandina del film Logan Lucky di Steven Soderbergh
Dopo l’incursione nel mondo della serialità televisiva attraverso le atmosfere gotiche e perturbanti di The Knick, Steven Soderbergh torna sul grande schermo con Logan Lucky, film corale che rievoca circostanze e temi della trilogia di “Ocean”. Nella sua nuova pellicola, il regista premio Oscar® per Traffic, autore di celebri produzioni che vanno da Sesso, bugie e videotape a Magic Mike, racconta le fasi di una complessa e rischiosa rapina che si compie nel corso di una delle più note e adrenaliniche gare Nascar. Il cast di star è composto da Channing Tatum, Adam Driver, Riley Keough, Daniel Craig, Seth MacFarlane, Katie Holmes, Hilary Swank, Katherine Waterston e Sebastian Stan.
Ma la grande novità degna di nota è che la dodicesima edizione della Festa del Cinema di Roma realizzerà per la prima volta proiezioni con adattamento ambientale per le persone con disabilità cognitiva, in particolare nello spettro autistico. Da anni, la Fondazione Cinema per Roma è impegnata per consentire a spettatori con disabilità sensoriali la fruizione delle proiezioni della Festa: già dal 2010, infatti, alcune delle repliche di film italiani hanno avuto audio-descrizione per le persone cieche e ipovedenti e specifici sottotitoli per le persone sorde e ipoudenti. “Siamo molto felici di comunicare che anche quest’anno la Festa sarà accessibile ai disabili sensoriali, che, grazie all’importante collaborazione con Cinemanchìo e ad Alice nella città, nella prossima edizione si amplia consentendo l’accesso anche ai bambini affetti da autismo – ha detto il Direttore Generale della Fondazione Cinema per Roma, Francesca Via – Un ringraziamento va a Stefano Pierpaoli, che da anni crede e lotta per questo importante progetto”.
Buon cinema a tutti, finalmente.
Roberto Greco

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sostienici

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*