Colpito ancora duramente l’Isis in Siria, dieci missili su al-Mayadeen

Distrutti depositi di munizioni e mezzi blindati dei terroristi nella città di al-Mayadeen. La provincia era già stata teatro di scontri che avevano visto arretrare i superstiti combattenti del Califfato islamico

Un lancio di dieci missili Kalibr ha distrutto ieri i veicoli blindati cui erano entrati in possesso i terroristi dell’Isis e depositi di munizioni nella città di al-Mayadeen, nella provincia di Deir Ezzor. I lanci sono avvenuti da sottomarini della flotta russa di stanza nel Mar Nero. I terroristi erano già stati sconfitti nella provincia di Deir Ezzor e questa operazione russa ha assicurato alle Forze governative siriane che l’arsenale non possa venire recuperato e reimpiegato con lo Stato della Siria. L’operazione è stata annunciata da Ministero della Difesa russo e confermata dall’agenzia di stampa Syrian Arab News Agency. All’operazione hanno partecipato due sottomarini russi con una rapida sequenza di missili Kalibr. Nell’attacco sono morti anche alcuni terroristi che difendevano i depositi ormai lontani dalle restanti milizie. L’esercito siriano e l’aviazione russa stanno procedendo verso la completa liberazione della valle del fiume Eufrate.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sostienici

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*