Appello del Collettivo dell’Africa del Nord contro la nave C-Star di “Defend Europe”

Nato come un gruppo di tunisini ed europei che volevano fare qualcosa contro la C-Star, si è allargato a tutto il Nord Africa, con il prezioso aiuto dei compagni e delle compagne dalla Francia, la Grecia e Cipro.

Comunicato del Collettivo dell’Africa del Nord contro la nave razzista C-Star:

No all’arrivo della C-Star sulle nostre coste!

La C-star, una nave noleggiata da militanti della campagna dell’estrema destra europea “Defend Europe” è partita da Gibuti il 7 luglio 2017 per una crociata nel Mediterraneo. Gli obiettivi di queste organizzazioni fasciste? Riportare i migranti verso le coste libiche dove già molti di loro sono detenuti in condizioni disumane e ostacolare le attività delle ONG e le operazioni di soccorso, mettendo così a grave rischio chi si mette in viaggio e, naturalmente, assicurarsi una chiassosa campagna di comunicazione.

Il loro discorso è imbevuto d’ideologia razzista e di deliri paranoici, mal celati dietro il paravento umanitario della salvezza dei migranti dall’affogare: secondo loro, occorre difendere l’Europa dalla”invasione”, dalla “ondata dell’immigrazione di massa”, nel momento in cui l’Europa si chiude dietro i suoi muri, limita l’accesso ai visti con procedure umilianti e accoglie, o meglio, tollera solo un numero ristretto di rifugiati sul suo territorio…È con striscioni dalla scritta “Restate a casa vostra” che tentano di farsi beffe di chi non gode della stessa libertà di circolazione che hanno loro, né delle stesse ricchezze e risorse.

Per questo motivo rigiriamo contro di loro lo slogan dell’operazione “Defend Europe”: che se ne tornino a casa, qui non sono i benvenuti! Facciamo appello a tutti gli attori della società civile, a tutti i responsabili, a tutti i marittimi, i guardacoste, a tutti i portuali, a tutti i capitani delle navi commerciali, a tutte le parti interessate in tutta l’Africa del Nord, affinché si oppongano all’arrivo di questa nave in uno dei nostri porti, a impedire che entri nelle nostre acque territoriali e a rifiutarsi di trattare o comunicare con il suo equipaggio.

La nave si sta avvicinando pericolosamente alle coste libiche e tunisine. In Egitto, in Grecia, a Cipro e anche in Sicilia gruppi di cittadini/e antirazzisti/e hanno già debellato i tentativi d’approdo della C-Star e ridicolizzato la sua propaganda.

Facciamo la stessa cosa qui!

“Defend Europe” go home!

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sostienici

1 Commento

  1. voi state propagandando ostracismo, razzismo xenofobia , negazione di acqua ad EUROPEI di PASSAPORTO, e poi vi credete , vi propagandate umanitari? Dovremmo cogliere i vostri insegnamenti e a specchio riflesso apllicarli a voi ed ai vostri figli di KALERGI migrantes economici.

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*