Lampedus’Amore a Lampedusa premia di nuovo un giornalista Rai

Sport, spettacoli e cultura intorno al premio di giornalismo dedicato alla giornalista che ha amato Lampedusa al punto da volervi trovare riposo dopo la prematura scomparsa nel 2015

Si è conclusa la due giorni di Lampedus’Amore con il suo calendario di spettacoli, dibattiti, eventi sportivi e la cerimonia di conferimento dei premi internazionali di giornalismo intitolati a Cristiana Matano. Sul palco si sono alternati Alberto Matano, Isabella Di Chio e Salvo La Rosa per le conduzioni. Tra gli artisti ospiti dell’evento Chiara Civello e Nadia Kibout, l’interprete dell’opera teatrale di Lina Prosa “Lampedusa beach” già rappresentata nella scorsa edizione di Lampedus’Amore. Si è giocata anche la partita “Un pallone per amico” tra i giovani isolani e una selezione di giovani calciatori migranti ospiti dell’hotspot dell’isola. L’incontro-dibattito dal “Informazione e solidarietà: da Lampedusa ad Amatrice, l’Italia bella e ferita”, che si è tenuto domenica mattina presso la sala congressi dell’aerostazione di Lampedusa, è stato caratterizzato dalla presenza del sindaco di Amatrice Sergio Pirozzi e dal sindaco di casa Totò Martello. Non sono mancate in questo caso le prese di posizione determinate dei due sindaci che però hanno condiviso tra loro molte idee. Il “gemellaggio” tra la cittadina simbolo della devastazione sismica e quella pelagica dei flussi migratori è stato suggellato con un simbolico abbraccio tra i due primi cittadini.

Cristiana Matano
Il premio internazionale di giornalismo dedicato alla giornalista, prematuramente scomparsa e fortemente innamorata di Lampedusa, ha visto premiare quest’anno un altro giornalista Rai per la sezione videogiornalistica nazionale. Questa volta si tratta di Valerio Cataldi del Tg2. Claudia Brunetto, di La Repubblica, ha ricevuto il riconoscimento per la carta stampata. La stampa estera ha visto premiare sul palco di Piazza Castello Angela Giuffrida del The world post. Altri riconoscimenti, conferiti dall’Ordine dei giornalisti di Sicilia sono stati consegnati a Elisabetta Reguitti del Fatto quotidiano, Alfonso Bugea del Giornale di Sicilia ed alla freelance Marina Pupella. L’evento anche quest’anno è stato realizzato dalla Associazione Occhiblu Onlus con il patrocinio, tra gli altri, dell’Ordine dei giornalisti di Sicilia e dei Comuni di Lampedusa e Linosa e di Palermo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sostienici

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*