Turismo sicuro, Polizia di Italia e Spagna insieme per pattugliare Roma e Napoli

I poliziotti spagnoli affiancheranno quelli della Polizia di Stato italiana nel controllo di Roma e Napoli. Il progetto è al suo quarto anno di vita e lo scambio prevede agenti italiani a Madrid

Per il quarto anno consecutivo vedremo poliziotti spagnoli pattugliare le strade di alcune città del nostro Paese, insieme ai loro colleghi italiani. Si tratta del progetto “Turismo sicuro – Comisarias Conjuntas” che, da oggi sino alla metà di luglio, vedrà agenti della Polizia di Stato e del Cuerpo nacional de policia, uscire insieme in servizio nelle città di Roma e Napoli. Nello stesso periodo, anche alcuni poliziotti italiani saranno impegnati per le strade di Madrid (Spagna) insieme ai loro colleghi spagnoli, proseguendo le attività già iniziate nel mese di maggio a Tenerife (Spagna), dove sono stati determinanti ai fini dell’arresto del latitante agrigentino Giuseppe Angarussa.

Le pattuglie congiunte saranno a disposizione dei rispettivi Uffici prevenzione generale e soccorso pubblico, principalmente nelle aree a maggiore concentrazione turistica e di scambio informativo con i turisti. Sia gli agenti italiani che quelli spagnoli, nei rispettivi Paesi ospitanti, presteranno servizio in uniforme e disarmati, assistendo le autorità locali nelle ordinarie attività di controllo del territorio e di tutela della sicurezza pubblica, agevolando i turisti del proprio Paese nei rapporti con le autorità locali e le rappresentanze diplomatico-consolari. Questa iniziativa, di grande impatto per i turisti di molti paesi di madrelingua spagnola, come sperimentato durante il Giubileo della Misericordia, si inserisce nel più ampio progetto del Dipartimento della pubblica sicurezza, che prevede per l’estate, pattugliamenti congiunti in diversi paesi d´Europa, come Croazia, Montenegro, Francia, e Polonia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sostienici

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*