Napoli ancora in agitazione, ma tensione anche in altre città – FOTO

Napoli scende ancora in piazza per protestare contro le disposizioni di chiusura partite con il DPCM del 24 ottobre 2020. Anche Torino e Milano protestano e con scontri e momenti di altissima tensione

Napoli, piazza del Plebiscito alle 18 del 26 ottobre 2020 durante la manifestazione di protesta sulle chiusure disposte dal DPCM

Ieri pomeriggio piazza Plebiscito era gremita di napoletani in continuo stato di agitazione per le disposizioni di chiusura di alcune categorie commerciali partite dal Decreto della Presidenza del Consiglio dei ministri. Il Governo di Roma però non è l’unico destinatario delle proteste. Tra gli striscioni in piazza Plebiscito risultava anche il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca governatore poco gradito in questa fase di repressione della vita sociale conseguente alla rivelazione di un ritorno di contagi su larga scala. Il paradosso è infatti adesso di una reazione alla necessità di limitare i contagi con azioni di masse che il diffondersi del virus lo agevolano. Ma la disperazione non pone più il rischio sanitario in primo piano. Gli imprenditori, le piccole imprese, sono soggetti ad esasperazione ed a fronte di una chiusura che sarebbe adesso il secondo ciclo in un anno disastroso già a causa della prima ondata epidemica la tensione sociale esplode legittimamente.

Infiltrazioni di altra natura, da clan mafiosi a movimenti politici di estrema destra che gettano benzina sul fuoco, non possono avere la meglio sulle ragioni delle partite Iva che vedono disposizioni inique e indirizzate verso probabili chiusure fallimentari di migliaia di imprese che compongono un tessuto sociale già precario. In piazza Plebiscito infatti sono comparsi anche i fantasmi, quei lavoratori, in nero o occasionali, che non riceveranno alcun sostegno adeguato al sostentamento delle proprie famiglie. La viva protesta partita da Napoli si sta infatti diffondendo come un contagio virale anche in altre città italiane, non meno esasperate della Napoli del primo giorno di proteste. Tensioni e scontri ieri si sono registrati anche a Milano e Torino. Più pacifica la manifestazione di Roma, ma il rischio che le città in stato di maggiore agitazione si spostino nella capitale è dietro l’angolo.

Le foto di ieri, 26 ottobre 2020, alle 18 in piazza del Plebiscito a Napoli

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sostienici

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*