Continuano le raffiche di sbarchi autonomi a Lampedusa

Sei sbarchi autonomi nel corso della notte a Lampedusa. Barchini con harraga tunisini approdano autonomamente in spiaggia ed in porto. Forze dell'ordine tutta la notte impegnate per rintraccio a terra

Barchino approdato in autonomia a Lampedua la notte tra il 31 luglio ed il primo agosto 2020

di Mauro Buccarello

Questa notte a Lampedusa le forze dell’ordine sono dovute intervenire per sei volte su eventi migratori autonomi. Il primo dei sei arrivi è delle 03:30 circa con 9 harraga tunisini a bordo. Altri 10 sono approdati in autonomia circa un’ora dopo ed a distanza di pochissimi minuti un altro barchino è arrivato in spiaggia – alla baia della Guitgia, dentro l’area portuale – con altri 11 migranti di nazionalità tunisina. Sono ancora ore buie quando, alle 5:30 circa approda un barchino in località Cala Francese da cui sbarcano, sempre in completa autonomia altri 8 harraga nordafricani. La notte degli sbarchi autonomi a Lampedusa non si conclude prima dell’alba ed alle sei del mattino sbarcano altri 9 migranti nei pressi di Cala Madonna (lungomare dedicato alla Madonna di Porto Salvo) seguiti poi da altri 16 che alle 07:15 circa hanno ormeggiato nei pressi del Molo Magazù, in porto. Sono quindi 63 i migranti partiti dalla Tunisia che questa notte hanno raggiunto in completa autonomia Lampedusa per essere poi fermati a terra dalle forze dell’ordine. A questi si aggiungono i 179 migranti di varie nazionalità partiti dalla Libia ed approdati sulla maggiore delle isole Pelagie questa mattina.

Dettaglio motore e dotazione del barchino approdato in autonomia questa notte

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sostienici

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*