Lampedusa, riprendono gli arrivi dei migranti dalla Tunisia – VIDEO

Circa novanta migranti sono arrivati nelle acque territoriali di Lampedusa e sono sbarcati dalle motovedette nelle ore successive alla visita del ministro dell'Interno e del capo della Polizia sull'isola

di Mauro Buccarello

Lo stesso giorno della visita del ministro dell’Interno Luciana Lamorgese e del capo della Polizia Franco Gabrielli a Lampedusa, effetto delle condizioni meteo che hanno reso il Mediterraneo centrale privo di increspature, l’isola ha iniziato a registrare i primi arrivi di una nuova raffica già palesata all’orizzonte. La prima barca è stata fermata dalla Guardia di Finanza ed appena un’ora dopo il decollo del volo del ministro, al molo Favarolo sbarcavano otto migranti di nazionalità tunisina. Era la prima di una serie di barche che dal vicino Stato nordafricano hanno preso il mare per migrare in Italia, quale punto di approdo, e forse verso l’Europa.

In serata, intorno alle 21 dello stesso giorno, al molo militarizzato Favarolo approdavano in sequenza due motovedette della Guardia Costiera con, complessivamente a bordo, 80 persone migranti di nazionalità tunisina. Ripartiti su due diverse unità navali e presi a bordo a poche miglia dall’isola, i migranti fermati e sbarcati a Lampedusa erano il frutto di tre interventi. Uno di questi, su cui era intervenuta la motovedetta SAR CP-312, riguardava 56 persone di sesso maschile e di nazionalità tunisina che gremivano la stessa barca. Sulla motovedetta CP-324 invece c’erano 24 persone migranti, rispettivamente prese a bordo da un barchino con una decina di persone ed un altro con appena tre o quattro. Quattro eventi che precedevano una nuova ondata. Già nel corso della notte ci sono stati altri sbarchi a Lampedusa per i quali vi daremo maggiori informazioni nelle prossime ore.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sostienici

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*