Sbarco a Lampedusa di 36 persone tunisine, ma il mare è pieno di migranti

Salpato dalla Tunisia un barchino con 36 persone migranti è stato fermato questa mattina in acque territoriali dall'assetto navale di stanza a Lampedusa. I migranti sono stati trasferiti al CPSA dell'isola

Foto di repertorio: barche di migranti al molo Favarolo di Lampedusa

Una barca con 36 migranti di nazionalità tunisina è stata intercettata dalle autorità a dieci miglia da Lampione, l’isolotto disabitato dell’arcipelago delle Pelagie. Le persone migranti sono state prese a bordo delle unità navali intervenute e condotte in porto a Lampedusa. Lo sbarco, al molo militarizzato Favarolo, è avvenuto alle 12:30 circa. Tutte le persone migranti sono state condotte al vicino centro di prima accoglienza dell’isola dove, oltre a trovare ristoro, verranno identificate e fotosegnalate in vista di prossimo trasferimento.

In mare intanto pare che siano svariate le segnalazioni di imbarcazioni cariche di migranti. Questa non dettagliata anticipazione è frutto di una fonte informata degli avvistamenti, ma viene anche convalidata dalle ricognizioni che gli assetti Frontex e nazionali italiani e maltesi stanno effettuando questa mattina sulla cosiddette aree “SAR 1” e “SAR 2” che ricoprono il tratto di mare tra la Libia e Lampedusa e tra la Libia e Malta a ridosso di più competenze nazionali per la ricerca ed il soccorso.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*