Turismo in Sicilia, pronto l’avviso per manifestazioni pubbliche

La Regione Siciliana da il via libera all'avviso per il sostegno di manifestazioni di pubblico interesse per il rilancio di turismo, sport e spettacolo. Le risorse a disposizione sono all’inizio di €600.000, oltre ad eventuali ulteriori €.400.000 a seguito della definizione dell’accordo Stato-Regioni

Dopo il lockdown causato dalla pandemia del virus Sars-CoV-2 e le incertezze sulla ripartenza delle attività turistiche e le manifestazioni pubbliche, la Regione Siciliana ha adesso pubblicato l’avviso pubblico del Dipartimento del Turismo, dello Sport e dello Spettacolo dell’assessorato regionale per la presentazione di istanze per il sostegno delle spese di realizzazione di manifestazioni a rilevanza turistica di importo superiore a 10mila euro in cofinanziamento. L’assessore regionale al Turismo, Manlio Messina, spiega l’iniziativa della Regione Siciliana: “Vogliamo supportare concretamente gli eventi di grande richiamo che servono a rilanciare la stagione estiva quest’anno. Mi piace sottolineare – aggiunge l’assessore – che grazie alla norma che abbiamo proposto e passata in finanziaria è previsto il cofinanziamento fino al 70% proprio per venire incontro a un settore in grande sofferenza“.

L’avviso riguarda finanziamenti per manifestazioni in cui è prevista anche “l’ammissibilità dei costi relativi alle norme antiCovid previste delle linee guida sugli eventi”, ha precisato l’assessore Messina. Sono ammesse al finanziamento, entro il limite massimo del 70%, le manifestazioni promosse ed organizzate da soggetti terzi nel territorio regionale. Le risorse a disposizione sono all’inizio di €600.000, oltre ad eventuali ulteriori €.400.000 a seguito della definizione dell’accordo Stato-Regioni nel momento in cui le somme si renderanno disponibili.

Le attività sono riferite a: manifestazioni che, attraverso lo spettacolo, la cultura e lo sport, sono finalizzate a migliorare, nel territorio regionale, l’incoming e l’intrattenimento turistico; eventi di carattere storico e/o religioso, e/o di valorizzazione delle tradizioni popolari dal rilevante valore culturale, di comprovato richiamo turistico. Possono partecipare alle procedure di selezione: enti locali; enti pubblici; enti teatrali e lirici regionali; organizzazioni Ong e Onlus; fondazioni (costituite e/o partecipate dalla Regione Siciliana), associazioni e cooperative senza fini di lucro operanti nel settore dello spettacolo, della cultura, del turismo, dello sport e del tempo libero, ivi incluse le Associazioni di categoria.

Non saranno valutate e pertanto dichiarate inammissibili: istanze relative a programmi generici e non sufficientemente dettagliate; istanze relative all’organizzazione di manifestazioni sportive e gare riconducibili all’ordinaria attività dell’ente promotore;  istanze relative a convegni, conferenze, convention, tornei e qualsivoglia iniziativa non aperta al pubblico.  Non saranno oggetto di finanziamento le manifestazioni che beneficiano di altri contributi o forme di sostegno da parte dell’Assessorato al Turismo, Sport e Spettacolo della Regione Siciliana per le quali gli organizzatori non ne facciano espressa rinuncia (patrocini onerosi, FURS, etc.).

Le istanze, da redigere utilizzando esclusivamente la modulistica disponibile sul sito dell’Assessorato devono essere inviate preferibilmente a mezzo raccomandata a/r o con corriere privato con a/r al seguente indirizzo: Assessorato Regionale del Turismo, dello Sport e dello Spettacolo – Dipartimento regionale del Turismo, dello Sport e dello Spettacolo – Servizio 6 “Manifestazioni, Spettacolo ed Iniziative Turistiche”, via Notarbartolo 9 – 90141 Palermo. Eventuale consegna a mano potrà avvenire negli orari di apertura al pubblico degli uffici dell’Assessorato preposti alla ricezione, che provvederanno all’apposizione del visto “Entrata”.

Sono inammissibili le istanze recapitate per mezzo di posta ordinaria.

Le istanze devono essere inviate in busta chiusa recante all’esterno la dicitura “Istanza cofinanziamento Manifestazioni sul territorio della Regione siciliana – Anno 2020” entro entro il 15° giorno dalla data di pubblicazione sulla Gurs e riferirsi esclusivamente ad attività ricadente nell’anno solare 2020.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*