Cambio di programma a Lampedusa, migranti al centro di accoglienza

Dopo il trasferimento in nave di 50 dei 124 migranti approdati in due diversi eventi autonomi a Lampedusa è stato disposto l'accesso al centro di prima accoglienza dove rimarranno in quarantena di 14 giorni

Variazione di assetto nel centro di prima accoglienza di Contrada Imbriacola a Lampedusa, dove ieri sono stati trasferiti nell’hotspot di Contrada Imbriacola 74 dei 124 migranti che nelle ore precedenti erano giunti autonomamente sull’isola. Dopo una notte all’addiaccio sulla banchina del Molo Favarolo per i 67 migranti approdati la sera di martedì, poi raggiunti dai 57 sbarcati in autonomia in località Guitgia, 50 erano stati trasferiti in nave verso Porto Empedocle per il periodo di isolamento in strutture siciliane. Altri 74 erano invece rimasti al molo mentre venivano valutate soluzioni in linea con le disposizioni comunali sul Covid-19 che, come nel precedente caso, avevano imposto l’isolamento ai primi arrivati ed il trasferimento (dopo una notte al gelo del porto) ai migranti del successivo approdo per non “resettare” la quarantena dei già presenti al centro di accoglienza. Ieri però è stato disposto l’accesso in struttura per tutti i restanti migranti che adesso si trovano nel cosiddetto hotspot di Lampedusa, pare, separati dai 34 approdati sull’isola lunedì 6 aprile. La struttura ospita adesso 108 persone, poco oltre la sua capienza massima di 96 posti letto, e rimarrà impegnata fino a fine quarantena del primo gruppo di 34 migranti prevista per il 19 aprile.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sostienici

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*