Grecia, vertici UE oggi a Evros

Una delegazione dei vertici dell’Unione europea oggi atterrerà all’aeroporto nazionale greco di Alexandroupolis, vicino Evros per una visita ispettiva al confine con la Grecia in cui si sta verificando una parte dell’emergenza umanitaria ellenica. Il primo ministro greco Kyriakos Mitsotakis accompagnerà l’alta rappresentanza europea sul confine in cui migliaia di profughi sono rimasti bloccati tra l’apertura di confine incentivata che la Turchia ha messo in atto e la chiusura militarizzata della Grecia che ha annunciato un sospensione delle richieste d’asilo appellandosi impropriamente all’articolo 78 del Trattato sul funzionamento dell’Unione europea (TFUE). L’alta rappresentanza Ue è composta dal presidente dell’Europarlamento David Sassoli, dal presidente della Commissione europea Ursula Von der Leyen e dal presidente del Consiglio europeo Charles Michel.

Il primo ministro Kyriakos Mitsotakis avrà modo di discutere la richiesta della Grecia di una condivisione europea della crisi conseguente alla minaccia scagliata dal presidente turco Recep Tayyip Erdogan che con il solito uso strumentale dei profughi quale rinnovata arma di ricatto sta mettendo a dura prova i rapporti con l’Unione europea. Mitsotakis però dovrà anche spiegare l’uso della forza, le pericolose manovre dei guardacoste greci e l’uso delle armi nel blocco navale attuato davanti le coste di Skala Sikamineas, sull’isola di Lesbo. Le gravi violazioni della Convenzione Europea dei Diritti dell’Uomo (CEDU) già attuate sono soltanto la punta di un iceberg molto più grave e già annunciato dalla Grecia con una presunta “esercitazione militare” con munizionamento vero che si dovrebbe tenere proprio ad Evros ed in mare davanti le coste di Lesbo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sostienici

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*