Panico in Calabria per terremoto nel cosentino di 4.4 gradi

Un terremoto di 4.4 gradi ha colpito il comune di Rende, a 6 chilometri da Cosenza, in Calabria. Forte la scossa ed anche la paura per gli abitanti. Il sisma è stato avvertito anche a Lamezia Terme e Catanzaro. La scossa è arrivata otto minuti dopo un terremoto di 3.4 gradi al largo nel Tirreno meridionale

Una violenta scossa di terremoto con epicentro nel comune di Rende, due chilometri ad est del centro abitato, si è scatenata alle 17:02 di oggi causando paura nel paese colpito ed anche nel vicino capoluogo di provincia. Oltre che a Cosenza, che dista dall’epicentro appena 6 chilometri, la scossa è stata avvertita anche a Lamezia Terme e Catanzaro. L’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia ha rilevato il sisma classificandolo in 4.4 gradi di magnitudo e con una profondità di 10 Km per l’ipocentro. Si attende riscontro su danni a cose e persone mentre sul posto stanno già operando i Vigili del Fuoco in primo immediato sopralluogo.

La scossa non è del tutto inattesa. La dorsale appenninica che attraversa la Calabria è zona ad alta intensità sismica e nelle ultime settimane la Calabria era stata oggetto di terremoti sopra i tre gradi di magnitudo sia in terra che in mare. In questo caso specifico sembra addirittura che il terremoto che ha colpito il piccolo comune di Rende sia stato un contraccolpo scatenato da una scossa che lo ha preceduto di appena 8 minuti ed il cui epicentro è stato rilevato al largo della costa calabrese di Cosenza, nel Tirreno Meridionale. Un terremoto di 3.4 gradi, alle 16:56, si è infatti verificato con una profondità di 7 chilometri ad ovest di Cosenza e nord di Stromboli.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sostienici

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*