TAV, Tradimento ad Alta Velocità

Il PuntoNave di Vittorio Alessandro

di Vittorio Alessandro

Non so se la Tav sia dannosa – come posso saperlo? Preferisco i binari alla strada e i treni ai Tir, ma non basta a capire e a vedere da qui, vicino al Caos, dove quattro o cinque ponti stradali sono rimasti interrotti nel vuoto e dove fu distrutto il vecchio sedime ferroviario.

So, però, con certezza quale danno sia stato cavalcare la rabbia delle comunità contrarie alla Tav e poi tradirla, e so pure che quella rabbia finirà in disperazione, in solitudine e dolore.

Immagino che la libertà degli oppositori sia già ora condizionata: per questo mi sento di sostenerli, per la insipienza, la scempiaggine e, in fondo, per la nefandezza di chi li ha traditi.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*