La nuova era: il trojan del cambiamento

Il PuntoNave di Vittorio Alessandro

di Vittorio Alessandro

La nuova legge del ministro Bonafede dovrebbe “spazzare i corrotti” grazie ai trojan, sistemi di intercettazione che si insinuano sul nostro cellulare. Lo ringrazio, ma ne farei volentieri a meno, nonostante la mia intimità non abbia nulla da nascondere a lui e ai suoi amici e nemici di governo.

Pazienza, se scoprirò qualche scandalo in meno: anche senza bisogno del trojan, per dire, Siri non mi è mai piaciuto, e neanche le distese di pale eoliche in Sicilia. Perfino avevo intuito, (sempre per dire) che Luca Lotti non andasse affatto bene, e il suo ostinato attaccamento alla poltrona, e neppure l’alterigia spaccona di chi ce lo ha messo e lasciato fino al disastro.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*