Mandamento ionico, assolto imprenditore lametino Mario D’Auria

Il Giudice dell’Udienza Preliminare del Tribunale di Reggio Calabria ha pronunciato ieri sera l’assoluzione del noto imprenditore di Lamezia Terme per non aver commesso i fatti a lui contestati

È stata pronunciata ieri sera la sentenza attesa dall’imprenditore Mario D’Auria, travolto giudiziariamente e pubblicamente dal processo “Mandamento ionico”. La vicenda si è così positivamente conclusa per il titolare della D’Auria Costruzioni srl alla lettura da parte del Giudice dell’udienza preliminare di Reggio Calabria della sentenza che vede Mario D’Auria assolto con formula ampia per non aver commesso i fatti a lui contestati. Con una nota personale inviataci in redazione dallo stesso imprenditore, si apprende dell’epilogo a lieto fine. Per corretta informazione nei confronti di Mario D’Auria, colpito dalla cronaca che per correttezza di informazione aveva giustamente pubblicato il nome dell’imprenditore e le ipotesi di reato di cui veniva accusato, si rende adesso parte testuale delle dichiarazioni rese dall’imprenditore di Lamezia Terme.

“L’atteso pronunciamento ha confermato quanto sostenuto nel corso delle discussioni difensive dai legali di fiducia dell’imprenditore lametino, Avv. Francesco Gambardella ed Avv. Nico D’Ascola – che hanno sostenuto la totale estraneità dell’imprenditore Mario D’Auria rispetto ai fatti a lui contestati nei capi di imputazione.

Il lavoro della magistratura e soprattutto l’epilogo giudiziario restituisce, così, al nostro territorio la piena operatività di una tra le più qualificate imprese nel settore delle costruzioni e delle opere pubbliche, apprezzate anche fuori dai confini regionali e nazionali ed accreditate presso la Nato e la US Navy.”

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sostienici

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*