Andra e Tati, storia della Shoah con gli occhi di due bambine

Presentato a Palermo il volume edito da DeAgostini sulla storia della Shoah vista attraverso gli occhi di due bambine ebree. Alla presentazione di sabato anche il maestro Aldo Mausner insieme alle autrici

di Giuseppe Castronovo

Rosalba Vitellaro e Alessandra Viola sono le autrici di un volume sulla Shoah realizzato con un nobilissimo quanto preciso intento: spiegare la tragicità dell’argomento ai bambini ed ai ragazzi. Hanno quindi scritto la storia di due sorelle sopravvissute alla deportazione degli ebrei con una chiave di lettura fruibile anche ai più giovani, in modo da far giungere la Memoria di simili eventi là dove ancora si può sperare. Il libro si intitola “Andra e Tati”, ed è la storia di queste due bambine ebree di 4 e 6 anni. Le autrici, Rosalba Vitellaro, regista e sceneggiatrice, Alessandra Viola, giornalista e scrittrice, hanno realizzato anche un cartone da loro prodotto a Palermo. Sabato 26, in occasione della Giornata della Memoria che si celebra il 27 gennaio, hanno presentato il volume appena pubblicato da DeAgostini presso la libreria Tantestorie di Palermo. Insieme a loro il maestro Aldo Mausner, che ha partecipato raccontando la sua storia di bambino che a 6 anni ha vissuto la deportazione del padre. Il Maestro ha anche omaggiato i presenti con il suo violino. Tra questi, tantissimi bambini da 8 a 12 anni che hanno partecipato alla presentazione con i loro genitori. Molti anche gli insegnanti che hanno condiviso l’evento. Un ottimo pomeriggio per ricordare ai giovani, periodi bui della storia. Il libro “Andra e Tati” e pubblicato dall’editore DeAgostini ed il cartone è prodotto da Larcadarte.

Servizio di Giuseppe Castronovo e Paolo Pennino

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sostienici

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*