Concorsi truccati sanità, arrestato governatore Pittella

L’inchiesta dei magistrati di Matera riguarda nomine e concorsi nella sanità lucana. Anche il governatore della Basilicata Marcello Pittella è tra i destinatari dell’ordinanza di misura cautelare notificata oggi

di Salvatore Santoro

Anche il governatore della Basilicata Marcello Pittella è tra i destinatari dell’ordinanza di misura cautelare eseguita questa mattina dagli agenti della Guardia di Finanza di Matera che ha coinvolto una trentina di persone. L’inchiesta dei magistrati di Matera riguarda nomine e concorsi nella sanità lucana. Per il presidente della giunta il gip ha disposto gli arresti domiciliari. Misura cautelare in carcere per il commissario straordinario dell’Azienda sanitaria provinciale di Matera, Pietro Quinto. Stesso provvedimento per il direttore amministrativo dell’Asm Maria Benedetto. Ai domiciliari il commissario straordinario dell’Azienda sanitaria di Potenza, Giovanni Chiarelli, il direttore amministrativo dell’Azienda ospedaliera regionale San Carlo di Potenza, Maddalena Berardi, e un dirigente del Centro oncologico regionale della Basilicata di Rionero, Gianvito Amendola. Nella stessa inchiesta ai domiciliari anche il direttore generale della Asl di Bari, Vito Montanaro.

GIUNTA REGIONALE BASILICATA: DIMOSTRERÀ ESTRANEITÀ

Solidarietà al presidente della Regione Basilicata, Marcello Pittella, da parte della Giunta regionale che si è riunita stamani subito dopo le notizie delle indagini della magistratura che riguardano lo stesso governatore lucano.
Alla fine della riunione dell’esecutivo, svolta sotto la presidenza dell’assessore alla Sanità, Flavia Franconi (che è vicepresidente della giunta, ndr), la stessa giunta ha espresso solidarietà al governatore lucano sostenendo in una nota la convinzione che Pittella, al pari degli altri, “riuscirà a dimostrare la propria estraneità ai fatti contestati, in un clima di piena fiducia nell’operato della magistratura”. Si è appreso inoltre che la vicepresidente Franconi e gli assessori Braia, Castelgrande, Cifarelli e Pietrantuono continueranno a garantire, con tutta la struttura amministrativa, la piena e funzionale operatività dell’Ente, “lungo la scia dell’azione politica ed amministrativa improntata alla massima correttezza e trasparenza tracciata dal presidente Pittella, in un momento nel quale si continueranno ad affrontare questioni importanti per la comunità lucana”. La giunta, che era stata già convocata per questa mattina, con all’ordine del giorno vari provvedimenti, ha poi provveduto a varare i singoli atti proposti dai diversi Dipartimenti.

SANTARSIERO: DIMOSTRERÀ SUA CORRETTEZZA. FIDUCIA IN MAGISTRATURA

“Nell’esprimere piena fiducia nell’operato della magistratura e nell’augurarmi che si chiariscano, in tempi rapidi, le singole posizioni, siamo certi che il presidente della giunta regionale di Basilicata, Marcello Pittella, possa dimostrare la piena correttezza del suo operato”. Così il presidente del Consiglio regionale della Basilicata, Vito Santarsiero in merito al provvedimento di arresti domiciliari nei confronti del governatore lucano indagato nell’ambito di un’inchiesta dei giudici di Matera per concorsi truccati nella sanità. Santarsiero conferma poi “il prosieguo della regolare attività dell’assemblea già convocata in modo ordinario per martedì prossimo 10 luglio, chiamata ad esprimersi su provvedimenti importanti”.

Salvatore Santoro – Agenzia DIRE
www.dire.it

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*