Non arriva in ufficio e si teme il peggio. In realtà dormiva

Sul posto sono intervenuti due camion dei vigili del fuoco, un’auto della polizia e un auto medica della “Croce verde”. I Vigili del Fuoco si sono calati da un balcone per trovare l’uomo in sonno profondo

In copertina: Vigile del Fuoco a Reggio Emilia si cala da un balcone del quinto piano per raggiungere il terzo piano dell'edificio

di Mattia Caiulo

Si è temuto il peggio ma si è poi rivelato un “falso allarme”, quanto avvenuto questa mattina intorno alle 10:15 a Reggio Emilia in via Melato. Un uomo che abita al terzo piano di un condominio della strada, non si è infatti presentato al lavoro e non ha risposto a nessuna delle chiamate con cui hanno cercato di mettersi in contatto con lui. Nell’ipotesi che potesse avere avuto un malore è stata dunque allertata la macchina dei soccorsi. Sul posto sono intervenuti due camion dei vigili del fuoco, un’auto della polizia e un auto medica della “Croce verde”.

I vigili del fuoco si sono calati dal balcone del quinto piano (nel quarto pare non ci sia nessuno, ndr) con una corda e sono entrati nell’appartamento dell’uomo da una veranda che aveva la finestra aperta. Non poca la sorpresa dei soccorritori quando all’interno hanno trovato l’inquilino che dormiva tranquillamente, avendo evidentemente il sonno davvero pesante. Il tutto si è svolto nell’arco di circa mezz’ora.

Mattia Caiulo – Agenzia DIRE
www.dire.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sostienici

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*