Test anti malaria low cost, senza prelievo e immediato

Un ingegnere ugandese di 24 anni è diventato il più giovane vincitore del premio internazionale Africa Prize for Engineering Innovation con il suo test immediato per la malaria. Il test è low-cost e utilizzabile più volte

In copertina: Il giovane ingegnere ugandese Brian Gitta con il premio

di Vincenzo Giardina

Con il brevetto e lo sviluppo di un test in grado di rilevare la malaria senza che sia necessario un prelievo di sangue, un ingegnere ugandese di 24 anni è diventato il più giovane vincitore del premio internazionale Africa Prize for Engineering Innovation. Brian Gitta ha ottenuto il riconoscimento per “Matibabu”, che in lingua swahili vuol dire “centro medico”.

UNA CLIP SU UN DITO E IL RISULTATO IN POCHI MINUTI

Il test, riferisce il portale Africa News, è low-cost e utilizzabile più volte. Prevede l’applicazione di una clip a un dito e, dopo l’analisi dei movimenti e della concentrazione dei globuli rossi, l’invio dei risultati a uno smartphone collegato nell’arco di un minuto. Sostenuto dalla Royal Academy of Engineering del Regno Unito, l’Africa Prize for Engineering Innovation comporta l’assegnazione di un premio in denaro di 25mila sterline, oltre 28mila euro. La cerimonia di assegnazione si è tenuta l’altro ieri, a Nairobi.

Vincenzo Giardina – Agenzia DIRE
www.dire.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sostienici

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*