Blessing Fountain, si inizia da Palermo

Sarà presentato oggi, giovedì 31 Maggio 2018, ore 19, presso la “Società Canottieri Palermo”, il progetto dell’artista Jalo realizzato per “Mete Onlus” e dell’architetto Luciano Nuccio: “The Peace & Blessing Fountain”

In copertina: la “Blessing Fountain”

di Roberto Greco

“The Peace & Blessing Fountain”, vuole essere un simbolo e, al tempo stesso, una fonte di energia vitale, una preghiera universale, senza confini, senza distinzione di razza, senza nessun segno di appartenenza ad alcuna credenza. Il concetto della fontana è racchiuso all’interno di un uovo, simbolo e forma dell’Universo e della Creazione, ricoperto da una serie di lettere in alfabeti antichi sulla superficie, si tratta di lettere simboliche che rappresentano i molteplici linguaggi umani. L’acqua riceve tutti i messaggi vocali di amore, pace, musiche preghiere, in forma digitale. Un apparato all’interno dell’uovo trasformerà le parole in vibrazioni, che vengono successivamente trasmesse all’acqua. Acqua che potrà essere consumata dal pubblico. Ogni persona di qualsiasi razza, colore o religione potrà donare il proprio messaggio/contributo attraverso un’applicazione dedicata, ed inviarlo sul cloud.

Il logo dell’associazione Mete

L’uovo, realizzato in argento massiccio, sarà costantemente immerso nell’acqua e sospeso al centro della fontana, sarà chiuso in una struttura trasparente rivestito di mattoni in vetro di murano, appositamente creato insieme alla Fornace Ferro Murano maestri vetrai di Venezia dal 1257. La Blessing Fountain, in parte alimentata con pannelli solari, è una creazione artistica che vuole sensibilizzare e richiamare l’attenzione sulla risorsa naturale “acqua” così cruciale per il futuro del pianeta, anche alla luce degli effetti prodotti dal cambiamento climatico. L’obiettivo è di installarle nelle più importanti città del mondo che si affacciano sul mare, con un’attenzione particolare a quelle con rischio d’inondazione. Le Blessing Fountains, saranno connesse tra loro, quindi tutti i messaggi si fonderanno insieme. Hanno già contribuito con i loro messaggi i Premi Nobel della Pace, Rajendra Pachuri e Shirin Ebadi, Cecilia Chailly prima arpa della Scala di Milano a 19 anni, con un suo pezzo.

Le Blessing Fountains si autofinanzieranno attraverso il Crowdfunding, abbattendo le barriere tradizionali di finanziamento trattandosi di un sistema innovativo di economia civile aperta e sociale, che può essere integrato a una tradizionale sponsorship. Ad ogni donatore verranno assegnati due mattoni, di cui uno sarà collocato nella fontana, e l’altro rimane al donatore come memoria; inoltre i donatori avranno la possibilità di incidere una dedica sul mattone. La mission è investire l’utile prodotto in progetti umanitari locali, nazionali ed internazionali in materia d’acqua. Deus ex-machina Mete Onlus, associazione basata a Palermo ed impegnata nell’alto tema dei Diritti Umani Internazionali, presieduta da Giorgia Butera.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sostienici

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*