Nuovo terremoto a Muccia, nel maceratese 3.8 gradi

Trema il centronord Italia con sequenze sismiche di intensità crescente nel maceratese e nel piacentino. Oggi una scossa di terremoto è tornata a colpire il Comune di Muccia nella regione Marche

Una di magnitudo 3.8 gradi con epicentro nel maceratese, ad appena 2 chilometri dalla ormai martoriata Muccia, è stata rilevata dalla popolazione e dai sismografi dell’Ingv alle 10:49. Il terremoto ha avuto ipocentro a 8 chilometri di profondità e conferma l’alta sismicità che ancora interessa il centro Italia con specifica pericolosità sulla dorsale del Gran Sasso e dei Monti Sibillini nelle regioni Abruzzo e Marche. I comuni che hanno percepito nettamente il terremoto, sembra al momento senza vittime o ulteriori danni strutturali di rilievo, sono quelli nel raggio di 20 chilometri dall’epicentro: Muccia, Pieve Torina, Serravalle di Chienti, Pievebovigliana, Camerino, Fiordimonte, Sefro ed il già abbondantemente martellato Comune di Monte Cavallo. La scossa è stata percepita, con minore intensità, in altri 16 comuni siti nel raggio di dei 20 chilometri dall’epicentro.

Alle 18:43 di ieri un’altra scossa di terremoto aveva bruscamente allertato gli stessi comuni. L’epicentro sempre nel territorio di Muccia e l’intensità era stata questa volta di 3.1 gradi sulla scala Richter. Sabato invece era stata colpita la zona piacentina con un terremoto di 3.9 gradi nel territorio del Comune di Gropparello. La scossa, anche in questo caso nel tardo pomeriggio, alle 18:41, ha avuto ipocentro a 28 chilometri di profondità ed epicentro a 4 chilometri ovest di Gropparello, in provincia di Piacenza. Neanche la scossa che ha colpito Gropparello, fortunatamente senza causare vittime, non è stata isolata e l’attività sismica nel territorio permane ed era stata preceduta dal altri terremoti di minore intensità.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sostienici

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*