Governo M5S-Lega, scatta il toto-nomi: ipotesi presidente donna

Nel susseguirsi di ipotesi sui possibili nomi spendibili per la guida del Governo spuntano adesso quelli di Riccardo Fraccaro, di Alfonso Bonafede e di Giulia Grillo, eventuale prima donna premier in Italia

In copertina: da sinistra a destra, Riccardo Fraccaro, Giulia Grillo ed Alfonso Bonafede

Con il passo indietro sulla premiership dei leader di M5S e Lega, nei partiti si inseguono le ipotesi su quale sia il migliore profilo per consentire la formazione del Governo. I componenti del governo saranno tutti ‘politici’, nessun nome calato dall’alto, ha ribadito il capo del M5S Luigi Di Maio.
Tra i criteri presi in considerazione nei contatti tra i due partiti, ci sarebbe anche l’ipotesi di una candidatura femminile ed in particolare il profilo di Giulia Grillo, medico, attuale capogruppo alla Camera. A favore della Grillo ci sarebbe anche il fatto che è stata presente fin dall’inizio e in ogni fase delle trattative per la formazione del Governo. Altri nomi sul tavolo, quelli di Alfonso Bonafede e Riccardo Fraccaro, con il primo favorito sul secondo. Fraccaro, infatti, è stato già eletto questore della Camera. Bonafede, siciliano di Mazara del Vallo ma trapiantato a Firenze, è uno dei collaboratori storici più vicini a Luigi Di Maio. Nella passata legislatura ha seguito diversi tra i più delicati dossier.

Agenzia DIRE
www.dire.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sostienici

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*