Facile live di Paola Rossato a Gorizia

Di “Facile” ne avevamo già parlato lo scorso 3 aprile, in occasione dell’uscita di questo primo album cantautoriale di Paola Rossato. Un lavoro composto da tredici brani “facili”, grazie al loro gusto pop cantautorale, ma che spaziano dal folk ai più moderni sound. Adesso però è possibile ascoltare “Facile” dal vivo, con Paola Rossato in concerto al Kulturni dom di Gorizia. Insieme a lei, sul palco goriziano, di casa, musicisti che hanno suonato nel disco e che hanno contribuito alla produzione artistica: Simone Serafini (basso, contrabbasso e violoncello), Sergio Giangaspero (chitarre e cori), Ermes Ghirardini (batteria e percussioni), Gianpaolo Rinaldi (pianoforte e hammond), Mirko Cisilino (tromba) e ospite speciale Doro Gjat.

Da 15 anni il mio lavoro è fisso a tempo indeterminato
ho due figli maggiorenni, un cane, l’auto ed anche il mutuo agevolato
“Dottore, gira tutto, sono stanca, piango spesso e non capisco
sarà che non son più così efficiente e non resisto…”…
La diagnosi evidenzia stati ansiosi e nervi fragili al lavoro
ferite che non sono ricucibili con semplice ago e filo
dicevano “veloce, siamo in pochi e quanta roba c’è da fare”
la crisi aumenta in fretta le esigenze e affila i tagli al personale

Facile è un album che affronta tematiche legate alla vita quotidiana, con testi che a tratti ricordano quelli di Sergio Caputo, apparentemente leggeri, ironici, ma non banali e mai nonsense. Testi ben misurati nel contenuto e nella metrica, come “Il fiore col codice a barre”, un brano che affronta la spudorata commercializzazione della bellezza; oppure “È ancora casa”, in cui la cantautrice parla di un esproprio con delicatezza e parole semplici; oppure ancora lo sperimentale “Non dormo”, brano sulla frustrazione lavorativa che presenta la collaborazione con il rapper Doro Gjat e di cui avete letto sopra un paio di versi. Sarà quindi “Facile” adesso ascoltare l’album di esordio di Paola Rossato lunedì 14 maggio al Teatro Kulturni dom di Gorizia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sostienici

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*