ESA dona olio extravergine di oliva alla Diocesi di Agrigento e a Biagio Conte

L’intera produzione di olio extravergine d’oliva dell’Azienda sperimentale Campo Carboj di Castelvetrano verrà donata per beneficio delle fasce deboli. Una parte della produzione alla missione di Biagio Conte

“Abbiamo l’onore di destinare una parte della nostra produzione olivicola alla curia di Agrigento e un’altra parte alla Missione Speranza e Carità di Biagio Conte”. Lo ha dichiarato il presidente dell’Ente Sviluppo Agricolo Nicola Caldarone, ieri mattina, alla consegna dell’olio extravergine di oliva all’Arcivescovo della Diocesi di Agrigento Francesco Montenegro. L’olio che il presidente dell’E.S.A. ha consegnato in Diocesi è il frutto della coltivazione, raccolta e molitura di 40 varietà sperimentali di olive. Un olio speciale prodotto dall’uliveto dell’Azienda sperimentale Campo Carboj di Castelvetrano. Si tratta di antiche varietà di ulivi a rischio di erosione genetica che, attraverso l’attività dell’E.S.A. e la consulenza scientifica assicurata dal Dipartimento dei Sistemi Agro Ambientali dall’Università degli Studi di Palermo, vengono custodite e studiate nell’ambito del Centro Pubblico di Conservazione di Campo Carboj.

“È una iniziativa che andrà avanti anche nei prossimi anni”, dichiara il presidente E.S.A. Nicola Caldarone che spiega con maggiore ampiezza i contorni dell’iniziativa: “La solidarietà a l’attenzione verso le fasce più deboli è un obiettivo specifico di questo governo e di tutti gli Enti Regionali ad esso collegati, come l’E.S.A. L’atto di indirizzo che ci ha portato a devolvere in beneficenza l’intera produzione olivicola di Campo Carboj è stato costantemente seguito e condiviso dall’Assessore Edy Bandiera che ringrazio per il sostegno”. L’iniziativa, che ha riscontrato i più sentiti ringraziamenti dell’Arcivescovo Francesco Montenegro, è frutto anche di intensi rapporti di collaborazione con l’Olificio Sociale “La Goccia d’Oro” di Menfi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sostienici

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*