Musicultura 2018: Antonella Ruggiero è la madrina dei sedici finalisti

Il verdetto della giuria è arrivato: gli oltre ottocento artisti selezionati sono diventati sedici. Aperte le votazioni sui social e da oggi le canzoni saranno trasmesse da Rai Radio 1. Parte la sfida per il podio. In gara anche i palermitani Giulia Mei e Alessandro Mancuso

In copertina: il palco della precedente edizione di Musicultura

di Roberto Greco

Primo passaggio ufficiale verso il podio, i sedici finalisti della XXIX° edizione di Musicultura si sono esibiti nei giorni scorsi nel prestigioso teatro dei Persiani di Recanati.Auguro ai finalisti di Musicultura di passare la vita con la musica – ha detto Antonella Ruggiero – l’unico consiglio che posso dare loro è quello di essere sempre se stessi, assolutamente originali e di cercare un modo nuovo e unico  per potersi esprimere”. Con queste parole, la Ruggiero ha tenuto a battesimo i sedici finalisti. Si tratta di Anonima Noire, Marco Greco, Alessandro Mancuso, Fabiana Martone, Giulia Mei, Alberto Nemo, Numa, Organico Ridotto, Daniela Pes, Pollio, Francesco Rainero, Rakele, Donato Santoianni, Sarah Stride, Davide Zilli e ZoniDuo. “La ricerca, la freschezza, la capacità di sottrarre anziché sommare, sono le caratteristiche che accomunano i sedici artisti rimasti in corsa al termine di una selezione che ha inizialmente coinvolto oltre ottocento proposte – ha dichiarato Piero Cesanelli, Direttore Artistico di Musicultura durante la conferenza stampa – la contaminazione, tanto abusata da essere ormai fuori moda, resta la chiave di lettura più immediata per decifrare queste composizioni. Sono infatti canzoni che mescolano con assoluta ”nonchalance” musica così detta “seria” a quella popolare, guizzi di sperimentazione contemporanea ad ariose soluzioni. Il disegno artistico è in molti casi costruito e ragionato, mai però al di là del sentimento. Gli schemi compositivi non si avvalgono delle convenzionali architetture armoniche o, se vengono usate, sono abbellite e trasfigurate dal colore di nuove sonorità.”

La copertina dell’album della XXIX edizione di Musicultura

Le canzoni saranno inserite nella compilation di Musicultura 2018 e passeranno alla programmazione radiofonica di Rai Radio 1 a partire dal 23 aprile su Fuorigioco, in onda ogni pomeriggio dalle 15 alle 17. All’ascolto radiofonico dei brani si affianca quello online, dove è possibile approfondire la conoscenza dei finalisti e votare fino al prossimo 15 maggio i propri artisti preferiti sulle pagine social di Musicultura. Sarà proprio il voto del pubblico sul social network a decretare due degli otto vincitori del Festival. Gli altri vincitori saranno scelti dalla stessa Musicultura che ne indicherà uno e i restanti cinque dal  Comitato Artistico di Garanzia composto da : Vasco Rossi, Enzo Avitabile, Claudio Baglioni, Paolo Benvegnù, Brunori Sas, Luca Carboni, Alessandro Carrera, Ennio Cavalli, Carmen Consoli, Simone Cristicchi, Gaetano Curreri, Teresa De Sio, Niccolò Fabi, Giorgia, Alessandro Mannarino, Dacia Maraini, Mariella Nava, Gino Paoli, Ron,  Enrico Ruggeri, Paola Turci, Roberto Vecchioni, Antonello Venditti, Giovanni Veronesi, Sandro Veronesi, Federico Zampaglione. All’Arena Sferisterio di Macerata, durante le serate finali con i big della canzone italiana ed internazionale, sarà il pubblico ad assegnare il Premio UBI Banca, che assicurerà al vincitore assoluto un assegno del valore di 20 mila euro.

Stay tuned

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sostienici

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*