Ex moglie infedele fatta a pezzi in Libia, il corpo in una discarica

Un uomo ha ucciso la ex moglie decapitandola e tagliandola in pezzi per averlo tradito durante il matrimonio. Il corpo della donna è stato trovato da un cane. L’assassino ha ammesso il crimine in video

In copertina: Abu Baker Miriheel, l'uomo che ha ucciso e fatto a pezzi l'ex moglie accusata di infedeltà durante il matrimonio

Un uomo è stato arrestato dalla Polizia della Libia occidentale per aver ucciso la moglie dalla quale aveva divorziato ed aver gettato il suo corpo fatto a pezzi a Qaryat Boaishi, a Tripoli. L’orrendo crimine è stato scoperto il 22 febbraio, quando un cane da guardia ha portato una gamba umana al suo proprietario. Il padrone del cane ha immediatamente denunciato la macabra scoperta alla Polizia.
Gli investigatori hanno impiegato lo stesso cane da guardia per trovare il corpo della donna, identificato in Zainab Enfis. La scena del crimine si è presentata orrenda: il corpo della donna era stato tagliato a pezzi ed alcune parti erano state mangiate da cani randagi. Successivamente gli investigatori sono riusciti a rintracciare ed arrestare l’assassino. L’uomo si trovava nella città di Rayayna, circa 142 a sud-ovest di Tripoli, ed è stato trovato dopo cinque giorni di ricerche.

Abu Baker Miriheel
È stato identificato come Abu Baker Miriheel, ex marito della vittima.
In un video pubblicato online, Abu Baker Miriheel aveva ammesso di averla decapitata e di averle tagliato gli quattro arti, e di averla poi l’ha gettata in una discarica vicino all’edificio della Call Society islamica. Il movente della orribile esecuzione pare essere la scoperta di “infedeltà” durante il matrimonio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sostienici

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*