A Lampedusa oggi Grasso e Fedeli, domani Minniti

Grande attesa per l'incontro che si terrà domani fra il ministro dell'Interno Marco Minniti ed il sindaco di Lampedusa e Linosa Totò Martello per la prima volta faccia a faccia dopo le polemiche sull'Hot Spot

La celebrazione annuale del 3 ottobre entra nel vivo già oggi con i primi appuntamenti che vedono impegnati i superstiti del naufragio del 2013, gli studenti e già nel pomeriggio il presidente del Senato Pietro Grasso e la ministra Valeria Fedeli. Alle 14:30, presso l’Istituto omnicomprensivo Luigi Pirandello di Lampedusa, si terrà l’incontro tra gli studenti del progetto “L’Europa inizia a Lampedusa” ed i superstiti della tragedia occorsa ad 800 metri dalla costa in cui persero la vita 366 migranti. Alle 18:30 gli studenti incontreranno il presidente Grasso e la ministra Fedeli in Piazza Castello per la presentazione dei lavori prodotti nell’ambito del progetto che ha visto partecipi gli allievi delle scuole provenienti dai vari Istituti europei che hanno partecipato al bando. Seguiranno la firma del protocollo d’intesa e l’inaugurazione della sezione giovani nella mostra “Museo della fiducia e del dialogo” nella stessa piazza castello. Alle 21:30 ci sarà lo spettacolo teatrale “Il riscatto del migrante” di e con Mohamed Ba.

Domani, 3 ottobre, per la Giornata nazionale della memoria, l’appuntamento sarà in Piazza Castello con i superstiti della strage di quattro anni addietro, gli studenti del progetto patrocinato dal Miur, il presidente del Senato Pietro Grasso e la ministra della pubblica istruzione Valeria Fedeli per il corteo che raggiungerà la Porta d’Europa. Al corteo saranno presenti anche il rappresentante dell’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati, Stephane Jaquement ed il sindaco di Lampedusa e Linosa Totò Martello. Al monumento di Mimmo Paladino è previsto un momento di raccoglimento con l’Arcivescono di Agrigento Cardinale Francesco Montenegro e padre Mussie Zerai, già noto per il suo impegno in favore dei migranti eritrei e recentemente accusato dalla Procura di Trapani di avere un ruolo nella vicenda che ha visto tra l’altro anche il sequestro della nave Iuventa della Ong tedesca Jugend Rettet.

Dopo il corteo e il momento di raccoglimento alla Porta d’Europa ci sarà la cerimonia in mare con la deposizione della corona di fiori sul luogo del naufragio. Una cerimonia laica a cui parteciperanno le autorità e la marineria di Lampedusa. Il clou della giornata è previsto alle 19:30, quando il ministro dell’Interno Marco Minniti, appena dopo l’atterraggio del volo di Stato, si recherà al palazzetto comunale per un incontro a tu per tu con il sindaco di Lampedusa e Linosa Totò Martello. Quello di domani pomeriggio sarà il primo confronto tra i due da quando è stata sollevata la polemica sulla gestione dell’Hot Spot di Contrada Imbriacole ed i crimini con annessi problemi di ordine pubblico denunciati dal sindaco. Dopo l’incontro tra le parti, ministro e sindaco si sposteranno sulla banchina del porto vecchio dove la banda musicale della Polizia di Stato si esibirà insieme a Claudio Baglioni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*