Malta nega il porto alla nave anti-Ong a corto di carburante

La nave C-Star della Generazione Identitaria ancora in rada davanti Malta da tre giorni. Negato l'accesso per il rifornimento. Defende Europe accusa Malta di essere complice delle Ong e porta d'ingresso dei migranti

Avevano chiesto autorizzazione all’accesso mentre vi si dirigevano ma a sorpresa l’autorità portuale di La Valletta ha negato l’accesso alle acque territoriali maltesi. La C-Star si trova adesso al largo dell’isola-Stato con ridotte scorte di carburante e viveri. “Mentre la loro isola è diventata il quartier generale per le ONG-taxi – scriveva Generazione Identitaria sabato in un post Facebook – e il portale d’accesso per l’immigrazione illegale in Italia, stanno adesso chiudendo i loro confini ai cittadini europei”. La nave si trova attualmente ancora in rada al confine con le acque territoriali maltesi e pare che il governo di La Valletta non intenda concedergli l’autorizzazione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sostienici

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*