La baia della Guitgia di Lampedusa si accende di luminarie con Cosmogonia Mediterranea

L'opera di Domenico Pellegrino torna a Lampedusa un anno dopo con una installazione sul fondo del turchese mare della Baia della Guitgia. La Sicilia di luminarie si accende questa sera alle venti

Domenico Pellegrino
Questa sera la baia della Guitgia di Lampedusa si illumina di Cosmogonia Mediterranea. L’evento è il ritorno a Lampedusa dell’installazione dell’artista palermitano Domenico Pellegrino. Un cerchio mediterraneo che si chiude la dove era partito: Lampedusa. Un viaggio attraverso il Mediterraneo illuminato dall’installazione ispirata alle luminarie delle feste patronali siciliane. Nel luglio dello scorso anno l’opera di Pellegrino era stata adagiata nei fondali di Cala Francese in Lampedusa. Una installazione temporanea che ha dato il via al viaggio documentato dal videoracconto di Salvo Cuccia dall’omonimo titolo “Cosmogonia Mediterranea”. Dopo Gibellina, Capo d’Orlando, Favara, Palermo e l’aeroporto di Palermo “Falcone Borsellino” l’opera torna quindi al punto di partenza per essere esposta da questa sera fino al 30 settembre alla baia della Guitgia di Lampedusa. La Sicilia luminescente, realizzata con le tradizionali luminarie dei festini di Santa Rosalia, la “Santuzza” dei palermitani, è il Trip of Cosmogonia Mediterranea. Il viaggio dell’isola mare di luce, come se l’opera fosse un viaggiatore che si ricarica da luoghi, da persone che incontra, immagazzinando sapere e culture.
L’accesso alla spiaggia è libero e l’installazione si potrà ammirare nella sua luminescenza inaugurale dalle 20:00 alle 23:00 di questa sera. L’installazione Cosmogonia Mediterranea resterà esposta sul fondo del mare a Lampedusa fino al 30 settembre 2017.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*